Mi sono capitati diversi clienti che mi lamentavano il problema della troppa pubblicità durante la navigazione. A volte la stessa diventava impraticabile per via delle molteplici pagine che si andavano ad aprire rallentando o addirittura bloccando il browser stesso. Tutti avevano delle cose in comune quali l'utilizzo di Google Chrome e il fatto che effettuando una scansione antivirus questo non riuscisse a trovare nessuna minaccia.

Andando ad analizzare il pc infatti, ho notato fin da subito che Chrome aveva installato un'estensione aggiuntiva. Ho trovato diverse tipologie di estensioni tipo tradedoubler, payclick ecc. Tutte bloccano la possibilità di accedere al menu di disinstallazione tramite Altri Strumenti - Estensioni. Anche andando direttamente con il comando chrome://extensions/ si viene rediretti a chrome://apps/ in modo da non poter effettuare la disinstallazione. Per ovviare a tale problema o trovato queste tre soluzioni che vi elenco:

Soluzione 1:
Aprite il task-manager di Google Chrome e fermate il processo relativo all'estensione. Fatto questo potete procedere con la disintallazione della stessa.

Soluzione 2:
Nel mio caso tra la barra degli indirizzi e il pulsante delle impostazioni, veniva mostrato un piccolo quadratino senza nessuna icona. Cliccando con il tasto destro basta cliccare su Rimuovi da Chrome e il gioco è fatto.

Soluzione 3:
La soluzione più drastica nel caso le prime due non siano funzionanti, è quella di ripristinare le impostazioni del browser dalle impostazioni del software. Questa soluzione andrà a eliminare le estensioni installate oltre a eliminare il file temporanei e i cookie. 

 

In tutti i casi una volta sbloccata la pagina chrome://extensions/ bisogna verificare che non ci siano altre estensioni dannose o non installate da voi. Inoltre è sempre buona norma effettuare una scansione antivirus completa e una scansione antimalware in modo da essere sicuri che non ci siano altri componenti pericolosi.

Mi è capitato diverse volte che lo stesso cliente dopo qualche giorno si ritrovasse nella stessa situazione. Questo è dovuto al fatto che il cliente continua a visitare siti di streaming video o portali dove queste estensioni vengono proposte per l'installazione e il tutto passa come se non fosse stata fatta una pulizia adeguata. Per ovviare a questo ho deciso (nei casi più estremi) di non permettere l'installazione delle estensioni. Per fare questo nel collegamento da dove viene aperto il browser, ho aggiunto la stringa --disable-extension in modo che anche se le entensioni vengono installate non possono essere usate.

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Articoli recenti

Google Chrome: disattivare le notifiche pubblicitarie

Super User 2020-04-21

Google Chrome è affetto da un brutto vizio, le...

Software per smartworking: quali sono e dove trovarli

Super User 2020-04-01

In questo periodo di emergenza sanitaria, si è...

CDBurnerXP Creare ISO da CD o DVD

Super User 2020-03-30

CDBurnerXP è un comodo software free per...

Il coronavirus satura la connettività internet in Italia

Super User 2020-03-17

In questi giorni tutti parlano (giustamente) dei...

Cerca

Ricerca collaboratori

Siamo alla ricerca di collaboratori per il sito web che possano condividere la loro passione. Inviaci una breve descrizione di cosa fai tramite il seguente link e saremo lieti di ricontattarvi.

Categorie

Powered by Amazing-Templates.com 2014 - All Rights Reserved.