In questi giorni tutti parlano (giustamente) dei problemi legati al coronavirus ed anche noi ci uniamo all'appello comune di restare a casa. Ma ci piace sempre seguire le notizie tecnologiche quindi volevamo analizzare la situazione connettività in Italia che nonostante non sia colpita fisicamente dal virus, sta subendo uno stress che non ha precedenti.


In questo particolare momento di isolamento ci stiamo adeguando per poter lavorare/studiare da casa. Il famoso smartworking (su questo punto di vista in Italia siamo indietro anni luce, ma non è un discorso che affronteremo qui) che si sente molto nominare in questi giorni, i ragazzi che sono a casa da scuola e che per passare il tempo utilizzano giochi online, i social oltre alle varie attività scolastiche che iniziano ad adeguarsi ai tempi moderni utilizzando vari sistemi di insegnamento online. C'è da considerare inoltre le varie call, conferenze, meeting, videochiamate che vengono effettuate in quanto le aziende che avevano in calendario gli appuntamenti, hanno ripiegato su questi strumenti.


Tutto questo si traduce in un grandissimo aumento di richiesta di banda che i vari provider non avevano previsto in cosi breve tempo. La stessa Fastweb infatti, come riportato anche in questo articolo del Corriere della Sera, ammette che un aumento simile solitamente si verifica nel corso di un anno mentre in questo caso è avvenuto in un solo giorno. OpenFiber invece, dichiara di aver avuto un aumento del 70% di traffico in download costante per quasi l'intera giornata a differenza di prima dell'isolamento dove si verificava solo la sera. 

Il tutto è verificabile e confermato anche dalla pagina delle statistiche del sito del Mix di Milano dove vediamo come nel grafico del traffico annuale (immagine dell'articolo), l'aumento per il mese di Marzo. Lo stesso ha dichiarato di essere passati dagli 0,75 Terabit al secondo a 1,1 Terabit al secondo, sforando il muro di 1 Terabit al secondo che non era mai accaduto. Dichiarano anche che non si dovrebbero presentare problemi in quanto la capacità totale è di oltre 5 Terabit al secondo e il tutto è tarato per assorbire picchi di traffico importanti. 

La stessa situazione si è verificata sul traffico mobile dove in questo caso si è avuto un incremento di circa il 25% in tutta Italia. 

La nostra considerazione finale è che siamo pienamente d'accordo nell'ampliare le possibilità di smartworking e tutte le altre tecnologie che ci permettono di essere interconnessi senza doverci per forza spostare, ma allo stesso tempo la struttura di rete dovrebbe essere velocemente ampliata. Bisognerebbe continuare ad investire nelle zone ancora sprovviste di Fibra e velocizzare i processi di digitalizzazione.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Articoli recenti

Google Chrome: disattivare le notifiche pubblicitarie

Super User 2020-04-21

Google Chrome è affetto da un brutto vizio, le...

Software per smartworking: quali sono e dove trovarli

Super User 2020-04-01

In questo periodo di emergenza sanitaria, si è...

CDBurnerXP Creare ISO da CD o DVD

Super User 2020-03-30

CDBurnerXP è un comodo software free per...

Il coronavirus satura la connettività internet in Italia

Super User 2020-03-17

In questi giorni tutti parlano (giustamente) dei...

Cerca

Ricerca collaboratori

Siamo alla ricerca di collaboratori per il sito web che possano condividere la loro passione. Inviaci una breve descrizione di cosa fai tramite il seguente link e saremo lieti di ricontattarvi.

Categorie

Powered by Amazing-Templates.com 2014 - All Rights Reserved.